500 ANNI DOPO, SCUSE FORMALI AL POPOLO AZTECO

Il Comune di Cassinetta di Lugagnano chiede scusa al popolo Azteco.
In contemporanea con le celebrazioni del Columbus Day, con le sfilate di Ministri e Presidenti di Regione per le vie di New York, con eventi mondiali che decantano la magnificenza seguita alla “scoperta dell’America”, il piccolo comune del naviglio va controcorrente ed ha accolto una delegazione di nativi aztechi. Uno dei popoli precolombiani che in seguito alla colonizzazione subirono distruzione fisica e culturale ad opera degli europei.
L’uccisione di uomini, donne e bambini da parte dei bianchi conquistatori, i saccheggi e le distruzioni perpetrate, rappresentano uno dei più gravi crimini mai commessi dall’uomo, crimini che hanno avuto, come ulteriore conseguenza, la perdita di gran parte delle culture presenti nell’area del Messico.
“Ci è sembrato doveroso riconoscere, in quanto europei, le nostre responsabilità storiche rispetto a quanto avvenuto 500 anni fa” afferma il Sindaco Domenico Finiguerra . “La violenza compiuta su intere popolazioni inermi, fondata sul convincimento di una presunta superiorità razziale, culturale e religiosa, impone all’Europa e alle sue istituzioni democratiche il riconoscimento degli errori compiuti. In tutto il continente americano.”
La visita della delegazione, accompagnata ed aiutata in questa campagna di solidarietà dall’Associazione Nazionale ed Internazionale Un Punto Macrobiotico, è stata anche momento di confronto e di riflessione sul modello di sviluppo che il capitalismo moderno sta imponendo al pianeta terra.
Dal sindaco e dal Capo Delegazione è stata espressa comune visione sulla necessità di limitare lo sviluppo laddove si presenta nocivo per l’uomo e per l’ambiente e sulla necessità vitale per il genere umano di riappacificarsi con il globo terracqueo.
La giornata di incontro è continuata presso il parco comunale con alcune danze tradizionali azteche, alle quali hanno partecipato attivamente (ovvero danzando) anche alcuni cittadini cassinettesi.
Per il sindaco Finiguerra “Danzare insieme al capo delegazione è stato come affermare la pari dignità tra le culture e tra i popoli, un gesto simbolico che spero possa essere replicato anche dai massimi vertici istituzionali della Repubblica. Per questo andremo oltre la mozione approvata nell’ultimo consiglio comunale e chiederemo formalmente che i rappresentanti del popolo azteco vengano ricevuti al Quirinale e al Parlamento”.Una bella pagina per Cassinetta di Lugagnano e per tutti gli abitanti della Valle del Ticino. Una bella giornata, di solidarietà con tutti i popoli discriminati, con i più deboli, con chi è o è stato oggetto di sopraffazione e prepotenza, in ogni luogo e in ogni tempo.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...