Cassinetta di Lugagnano a REPORT.

Ringrazio Michele Buono, Milena Gabanelli e tutta la redazione di Report.

GUARDA LA PUNTATA INTEGRALE

Annunci

20 pensieri su “Cassinetta di Lugagnano a REPORT.

  1. Complimenti sindaco!

    E’ tutta la campagna elettorale che parliamo di Cassinetta di Lugnagnano! Siete diventati un nostro prezioso riferimento, insieme all’Associazione dei Comuni Virtuosi!

    In bocca al lupo e resistete!!!

    Carlo Reggiani
    Candidato presidente alla Proviincia di Verona
    Lista Civica Verona Provincia Virtuosa
    http://www.verona5stelle.org

  2. Scelte concrete e percorribili in difesa dell’ambiente e del territorio.
    Mi auguro che tanti altri comuni seguano l’esempio di Cassinetta di Lugagnano.

  3. Che sorpresa meravigliosa!!! Sono rientrata stanotte da fuori e corro a godermela. Grazie per avermi avvisata: è bello sapere e vedere con i propri occhi che una vita fatta di cose giuste e vivibili fa notizia, può e deve essere raccontata. Sono contenta per te e per Cassinetta, sono contenta per tutte le persone perbene, sono contenta che abbiamo tutti speranze e certezze da perseguire, da indicare ad altri e da difendere a tutti i costi. Congratulazioni vivissime e… buon proseguimento!

  4. La tua intervista a Report e l’esperienza che state facendo a Cassinetta sono un sogno. Ci vorrebbe un sindaco come te in tutti i Comuni italiani. Grazie!

  5. Grande Domenico, stai diventando un caso nazionale. Per quanto riguarda la tangenziale a che punto è il ricorso al Tar e l’ esposto all’ Unesco? Obiettivamente quante speranze abbiamo di evitare questo scempio?

    Ciao a tutti.

  6. un grande complimento a un grande uomo che crede che si può fare ancora qualcosa di buono in questo paese..e per questo paese….e sopratutto per i nostri figli..

  7. Caro domenico, tu hai capito perfettamente che : “la fortuna di pochi crea l’annioentamento di molti.
    Grazie per il tuo impegno per la tua battaglia.

    Santo

  8. è pericolosissimo anche il ballottaggio per la provincia. Podestà per 20 anni è stato amministratore delegato di Edilnord, è cresciuto nel cemento….

  9. Caro Domenico
    finisco ora di vedere la puntata di report “il male comune”, i miei vivi complimenti personali per la Realtà che amministri.
    Ma una riflessione mi viene spontanea: provando a riscalare la realtà del tuo Comune su scala nazionale ci troviamo davanti il grande blocco dei costruttori. I grandi costruttori, seppur si muovono solo per proprio tornaconto personale e non adempiono a pieno il proprio ruolo sociale (costruiscono, certo, ma costruiscono cose inutili, prodotti che non si vendono, gli appartamenti sfitti o invenduti di roma p.e.) ed anzi creano danno diretto alla comunità e nuova possibilità di tornaconto personale (la spirale del traffico la chiamerei), creano allo stesso tempo posti di lavoro, diretti, nell’indotto. Diciamo che anche il 70% dei posti di lavoro nell’edilizia non vadano persi per via di un auspicabile boom della ristrutturazione di abitazioni private ed adeguamento del patrimonio pubblico cosa si fa con il restante 30%?

    Non é una critica, ma solo una riflessione, la strada che indichi é quella giusta, ora bisogna farla funzionare nel sistema-stato. Potrebbe essere uno dei primi anticorpi efficaci per curare l’Italia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...