IN QUESTI NOVE ANNI NAPOLITANI

Il solco che separa i cittadini dalle istituzioni è diventato sempre più profondo.
Sono state approvate e controfirmate leggi ad personam.
La marcescenza, sopra e sotto il suolo che avvolge quasi l’intero paese si è palesata ripetutamente.
Abbiamo avuto governi presieduti da nominati senza alcuna legittimazione popolare.
Abbiamo obbedito ai diktat della Trojka senza battere ciglio.
Abbiamo assistito alla riduzione dei diritti dei lavoratori, al degrado sociale delle nostre comunità, al saccheggio del territorio in perfetta applicazione della sceneggiatura de “Le mani sulla città”: il tutto in chiaro contrasto con la Costituzione.
Certo, non tutta la responsabilità può essere addebitata all’ex Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
Ma che almeno ci sia risparmiata questa nauseante corsa a chi scrive il #grazienapolitano più bello.
E’ stato un presidente perfetto per la conservazione dello status quo.
E’ stato un presidente perfetto per il congelamento di ogni trasformazione possibile, in attesa dell’ascesa del nuovo signorotto che ora tenta di consolidare questo nuovo feudalesimo italiano.
Altro che risorgimento!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...