NON GLIE NE PUO’ FREGARE DI MENO

Al PD feudale del signorotto fiorentino non glie ne può fregare di meno dei brogli in Liguria, di Cofferati che sbatte la porta (gli è servita una sberla direttamente in faccia per capire dove si trovava?), dei Civatiani che non votano per la Burlandianrenziana Paita, dei 13 seggi con irregolarità acclarate, dei dissidenti veri o di quelli di facciata, delle mozioni, degli emendamenti, dei distinguo e dei malpancisti, di quelli che vogliono cambiare dall’interno.
Finché restano dentro senza rompere troppo sono utili. Così possono indicare all’elettore dubbioso: “guarda, c’è Casson, c’è Mineo, c’è Pippo”. Poi, se si levano di torno, comunque poco male. Anzi, si liberano posti per i valvassini in sala d’attesa.
Al PD feudale del signorotto fiorentino non glie ne può fregare di meno.
Non glie ne può fregare di meno al capetto e a tutti i cagnolini da lunotto che ambiscono ad un cenno del capetto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...