#SLOWFOOD ED #EXPO2015

Già nel 2008 scrivevo a Carlin Petrini esprimendo le mie perplessità rispetto alla partecipazione di Slowfood ad Expo 2015 ed alla presenza (che credo sia stata fondamentale) della chiocciolina stessa tra gli attori che hanno determinato la vittoria di Milano su Smirne con il titolo oggi ritenuto da tutti perlomeno beffardo: “Nutrire il pianeta, energia per la vita”.
Oggi, dopo quasi 7 anni, dopo centinaia di ettari agricoli cementificati, dopo colate di calcestruzzo e asfalto per realizzare autostrade su suoli fertili, e soprattutto alla luce della presenza da protagonisti di multinazionali, di sponsor come Coca Cola e addirittura di Mc Donald’s, il simbolo del fast food, il modello contro cui è nata proprio la filosofia di Slowfood, mi domando davvero come possa il movimento di Petrini restare ancora appiccicato a questo evento vetrina senza perdere la credibilità.
Credo davvero che ci si trovi di fronte ad una profonda incoerenza di fondo.
Domenico Finiguerra​

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...